Percorso:

La pillola abortiva RU486 non può diventare un “fai da te” a domicilio

La pillola abortiva RU486 (da non confondere con la pillola del giorno dopo), il cosiddetto aborto farmacologico, non può diventare un “fai da te” a domicilio; serve il ricovero ospedaliero di almeno 3 giorni e assistenza medica. Chi la pensa diversamente e invoca presunta libertà, è un ipocrita e non ha a cuore la salute delle donne, che, così, verrebbero lasciate sole.

Questa voce è stata pubblicata in Dip. FDI - Videomessaggi, Primo piano, Videomessaggi e videoclip.