In evidenza

21 | 11 | 2017

Martedì 21 novembre, ore 18:00 – In ricordo di Pino Rauti, a cinque anni dalla scomparsa: presentazione del libro “L’AQUILA E LA FIAMMA” di Nazzareno Mollicone – Unione Generale del Lavoro (UGL), Via delle Botteghe Oscure 54, Roma

Stampa

Segui il mio intervento

You need to a flashplayer enabled browser to view this YouTube video

Guarda la galleria fotografica

DSC_0931  DSC_0946

 

20 | 11 | 2017

La mescolanza.com – Presentazione libro “L’Aquila e la Fiamma. Storia dell’anima nazional-popolare del MSI” di Nazzareno Mollicone

Stampa

L’Associazione culturale “Centro Studi Pino Rauti”, in collaborazione con l’Unione Generale del Lavoro (UGL) organizza – domani 21 novembre alle ore 18.00 – la prima presentazione romana del libro di Nazzareno Mollicone“L’aquila e la Fiamma”, dedicato alla storia dell’anima nazional-popolare del Movimento Sociale Italiano.
L’iniziativa – ospitata nella “Sala Landi” dell’UGL, in Via delle Botteghe oscure 54 – sarà coordinata dal giornalista Mario Landolfi e conclusa dal Segretario Generale dell’UGL Paolo Capone; interverranno lo scrittore Adalberto Baldoni, l’Editore Luciano Lucarini, e le figlie dell’On. Pino Rauti, Alessandra e Isabella che hanno curato l’Introduzione al volume. Sarà presente l’Autore Nazzareno Mollicone, sindacalista e dirigente nazionale missino. L’incontro – che si svolge a cinque anni dalla scomparsa di Pino Rauti – servirà a ricordare ed analizzare una figura storica della Destra nazionale e del Movimento Sociale Italiano; un personaggio dalla vita avventurosa, l’intellettuale scomodo al “pensiero unico”, il pensatore eretico e lungimirante ed anche il giornalista lucido e lo scrittore fecondo.

(altro…)

15 | 11 | 2017

Giovedì 23 novembre, ore 10:00 – “L’amore non ha lividi”, Palazzo Ferrajoli, Roma

lamore-non-ha-lividi-iniziativa-pinkitalia

“L’amore non ha lividi” è l’iniziativa promossa da PinkItalia sulla violenza contro le donne che ha luogo giovedì 23 novembre a Roma, Palazzo Ferrajoli.
Si tratta di un’intera giornata dedicata all’approfondimento – dibattiti, convegni, interviste, tavole rotonde, reading, presentazione libri, performance culturali – che coinvolge Enti e istituzioni.

Scarica il programma
[File pdf – 383 kB]

14 | 11 | 2017

Sabato 25 novembre, ore 16:00 – “STOP. Questo non è amore. La violenza sulle donne è una sconfitta per tutti”, Palazzo Comunale di Tarquinia, Sala Consiliare

WhatsApp Image 2017-11-18 at 12.27.30

14 | 11 | 2017

Sabato 25 novembre, ore 10:00 – “Woman Protect – NO alla VIOLENZA”, Centro Sportivo Roma Eur

IMG_2853

11 | 11 | 2017

Airpress – Donne costruttrici di pace

In PUNTA di ANFIBIdi Isabella Rauti

InPUNTAdiANFIBIL’altra metà della Libia – le donne – sanno cosa vogliono per il loro Paese. È stato questo il contributo di una qualificata delegazione femminile, di parlamentari e rappresentanti della società civile, provenienti da Tripoli, Tobruk, Bengasi e dalla regione del Fezzan, intervenute al seminario “Le donne libiche: unire idee e sforzi per vincere le principali sfide interne ed esterne”, tenutosi presso la Camera dei Deputati promosso dalla cooperativa Minerva. Il seminario rientra in una serie di attività di cooperazione bilaterale Italia-Libia che, attraverso l’elemento e il protagonismo femminile, e appellandosi ai richiami della Risoluzione Onu 1325/2000 su “donne, pace e sicurezza”, punta a consolidare il dialogo con l’Europa e con la comunità internazionale.
Il progetto di cooperazione ha contribuito concretamente alle fasi di state building e di peace keeping, di riconciliazione nazionale post-conflict e alla necessità di garantire, nella nuova Costituzione, la parità giuridica e sociale di genere, la piena partecipazione delle donne allo sviluppo del Paese e la leadership femminile nel percorso verso la democrazia.
Con il suo protagonismo femminile, nel processo di stabilizzazione e di costruzione di un nuovo Stato libico, il nodo di fondo e di sempre, è quello della sicurezza e della pace nel Mediterraneo: il “continente liquido” (per dirla con Braudel) che ci separa e che ci unisce con la Libia in un incrocio di destini; quello stesso mare nel quale si gioca la stabilità di un’intera area e di un’appartenenza geopolitica e culturale.
L’Italia auspica che il processo di transizione politico-istituzionale della Libia si realizzi con il concorso di tutte le componenti della società; e i recenti accordi tra il governo italiano e quello di unità nazionale di Fayez al-Sarraj, prevedono azioni congiunte di contrasto all’immigrazione clandestina, al traffico di esseri umani e al terrorismo, nella consapevolezza che la Libia è una priorità ineludibile della nostra politica estera e che la sua instabilità pesa sulla sicurezza internazionale e sulla lotta al terrorismo.