In evidenza

18 | 1 | 2019

La voce del patriota – Nudità, animali sanguinanti e sacrificati in croce: a Mantova la mostra della vergogna

verona-nitsch

Nel calendario delle esposizioni temporanee in programma al palazzo ducale di Mantova, è prevista una rassegna dell’artista Hermann Nitsch, noto per le sue opere provocatorie, realizzate utilizzando sangue, viscere e carcasse di animali. Hermann Nitsch è, infatti, esponente del cosiddetto movimento azionista austriaco e creatore del “Teatro delle orge e dei misteri”, che si distingue per un linguaggio artistico violento e di genere horror, noto per essere caratterizzato da canoni estetici basati sullo strazio della carne umana ed animale, sulle crocefissioni e su pulsioni mortifere, soluzioni creative per le quali l’artista è stato arrestato e condannato più di una volta.

(altro…)

17 | 1 | 2019

Gazzetta di Mantova – Nitsch, la Rauti interroga il ministro Bonisoli

Si chiede lumi al Comune

Gazzetta-di-MantovaNon si fermano le iniziative contro l’annunciata mostra dell’artista viennese Hermann Nitsch al Ducale.
La senatrice Isabella Rauti ha presentato un’interrogazione al ministro dei Beni Culturali per chiedere se “il Ministro sia a conoscenza dello sconcerto che ha provocato, nella comunità civile e in quella cristiana della città di Mantova, la notizia dell’esposizione delle opere di Nitsch al palazzo Ducale e quali iniziative intenda adottare al fine di rispondere agli appelli tesi alla revoca di una kermesse, che proprio perché ospitata dall’area mussale gonzaghesca, nella quale si conserva la reliquia del Preziosissimo sangue di Cristo, appare più che mai provocatoria se non offensiva. (altro…)

15 | 1 | 2019

79ª Seduta Pubblica – Interrogazione al Ministro per i beni e le attività culturali

RESOCONTO STENOGRAFICO

RAUTI – Al Ministro per i beni e le attività culturali.
Premesso che: nel calendario delle esposizioni temporanee in programma al palazzo ducale di Mantova, è prevista una rassegna dell’artista Hermann Nitsch, noto per le sue opere provocatorie, realizzate utilizzando sangue, viscere e carcasse di animali; Hermann Nitsch è, infatti, esponente del cosiddetto movimento azionista austriaco e creatore del “Teatro delle orge e dei misteri”, che si distingue per un linguaggio artistico violento e di genere horror, noto per essere caratterizzato da canoni estetici basati sullo strazio della carne umana ed animale, sulle crocefissioni e su pulsioni mortifere, soluzioni creative per le quali l’artista è stato arrestato e condannato più di una volta; alcune sue esposizioni sono già state revocate, in Italia (Palermo) e all’estero (addirittura a Vienna, città natale dell’artista), proprio per l’utilizzo, nelle sue installazioni, di litri di sangue animale e carcasse, ancora calde e, in quelle che lui chiama “Aktion”, di attori ricoperti di sangue che mimano pantomime orgiastiche; la notizia della rassegna, prevista tra maggio e giugno 2019, ha provocato sconcerto nella città di Mantova ed ha spinto circa trenta associazioni ambientaliste ed animaliste a riunirsi in un comitato denominato “L’Unione fa la forza” ed a rivolgere un appello pubblico alle istituzioni locali ed alla Soprintendenza per i beni e le attività culturali, affinché si impedisca lo svolgimento della rassegna; la Curia vescovile di Mantova ha ritirato il patrocinio alla rassegna, ravvisando nelle creazioni di Hermann Nitsch, elementi di esaltazione della dimensione orgiastica, di “dissacrazione del sacro”, nonché di offesa alla ritualità cristiana, si chiede di sapere se il Ministro in indirizzo sia a conoscenza dello sconcerto che ha provocato, nella comunità civile e in quella cristiana della città di Mantova, la notizia dell’esposizione delle opere di Nitsch al Palazzo ducale di Mantova e quali iniziative intenda adottare al fine di rispondere agli appelli tesi alla revoca di una kermesse, che proprio perché ospitata dell’area museale gonzaghesca, nella quale si conserva la reliquia del “preziosissimo sangue di Cristo”, appare più che mai provocatoria se non offensiva.
(4-01084)

Interrogazione al Ministro per i beni e le attività culturali
[File pdf – 10 Kb]

15 | 1 | 2019

79ª Seduta Pubblica – Intervento in Aula sulla TAV

You need to a flashplayer enabled browser to view this YouTube video

RESOCONTO STENOGRAFICO

RAUTI (FdI). Domando di parlare.

PRESIDENTE. Ne ha facoltà.

RAUTI (FdI). Signor Presidente, noi interveniamo in merito ad un oggetto specifico, sul quale vorremmo essere chiari, se non lo fossimo già stati, a nostro avviso, abbondantemente. Mi riferisco alla questione TAV, che è stata citata da alcuni colleghi che sono intervenuti. Intanto vorrei ricordare a questa Assemblea, ma anche fuori, che la nostra presidente Giorgia Meloni chiese al sindaco di Torino, in tempi si direbbe non sospetti, un referendum per far scegliere ai cittadini cosa fare rispetto alle grandi opere e rispetto alla TAV. Noi allora depositammo anche in Comune una richiesta e delle firme, purtroppo questo non ha avuto alcun esito, ma rafforza una posizione come quella di Fratelli d’Italia, che è molto chiara. Noi eravamo anche sabato scorso in piazza a Torino, per dire che siamo favorevoli alle grandi opere, siamo favorevoli alle infrastrutture, siamo favorevoli alla TAV, siamo favorevoli ad un’Italia che vuole competere e che si basa sullo sviluppo e cerca di creare lavoro. (altro…)

13 | 1 | 2019

AirPress – MIBIL: Signa inferre

Pagina-29---Airpress-gennaio-2019---N-96Quando si dice Libano si dice UNIFIL (United Nations Interim Force in Lebanon, la missione multinazionale di pace (HQ a Naqoura), nata con la Risoluzione 425 /1978 del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite – oggi e per la quarta volta, a Comando italiano – alla quale partecipano 43 Paesi e nella quale sono impegnati circa 10.500 soldati; con Cinque battaglioni impiegati nel Sector West (contingenti del Joint Task Force Lebanon, con 3618 militari di 13 Paesi ed HQ a Shamaa, a Comando italiano con la Brigata Bersaglieri “Garibaldi”) e quattro nel Sector East (HQ a Marjayoun). La Missione dei Caschi Blu è finalizzata alla stabilizzazione ed alla pacificazione del Paese dei Cedri, al monitoraggio della cessazione delle ostilità, al dialogo (Tripartite Forum) tra le Forze Armate Libanesi (Lebanese Armed Forces, LAF) e quelle israeliane (IDF), al supporto dell’esercito libanese ed al sostegno umanitario della popolazione civile. (altro…)

11 | 1 | 2019

ANSA – Incendio chiesa: Rauti (Fdi), Salvini faccia chiarezza. ‘A Rovereto atto vigliacco da mondo antagonista’

(ANSA) – TRENTO, 11 GEN – “Il ministro dell’Interno faccia chiarezza su quanto accaduto la scorsa notte a Rovereto, dove è stato appiccato un incendio al portone della chiesetta di San Rocco probabilmente per l’allestimento di un presepe dedicato ai bambini mai nati”. Lo afferma il vicepresidente vicario del gruppo al Senato di Fratelli d’Italia, Isabella Rauti, che ha sottoscritto l’interrogazione del collega senatore Andrea de Bertoldi, nella quale si chiedono al ministro Salvini interventi concreti per aumentare il grado di sicurezza di Rovereto.
“Si tratta di un atto vigliacco – aggiunge Rauti – che fa seguito ad un clima di violenza che da tempo contraddistingue quel mondo antagonista e sinistroide presente in città e più in generale nel Trentino”. (ANSA).
XDO-COM
11-GEN-19 16:04 NNN